Gonzalo Higuaín annuncia ufficialmente il ritiro in conferenza stampa.

Il campione Gonzalo con più di 300 gol e 14 titoli conquistati, ha costruito una carriera davvero brillante.
Campione con Real Madrid, con il quale ha esordito all’età di 19 anni, ha giocato con il club spagnolo per sette lungi anni. Con il Real ha vinto 3 campionati, 1 Copa del Rey e 2 Supercoppe spagnole.
É passato poi al Napoli, alla Juventus e al Chelsea.

Il 31 dicembre sarà il suo ultimo giorno; a partire dal 2023 si lascerà alle spalle la sua meravigliosa carriera.
Ancora due partire con la maglia dell‘Inter Miami, che ha annunciato su Twitter l’addio del suo grande giocatore.

Gonzalo Higuaín

Che sia un vero campione è del tutto fuori discussione: con l’Inter Miami, Higuaín ha segnato ben 14 gol in 26 partite, avendo un ruolo determinante dell’ultimo campionato.
Il grande guerriero trentacinquenne chiuderà la sua carriera negli Stati Uniti.

Con una lettera davvero emozionante e gli occhi pieni di lacrime, il centravanti Gonzalo ha ringraziato affettuosamente i club che lo hanno accolto calorosamente durante questi anni.


In Italia Higuaín ha giocato con tre grandi club tra cui la Juventus e il Milan
Parole di gratitudine anche nei confronti del Napoli dove, il Pipita, ha trascorso 4 anni indimenticabili.

: “Ho giocato quasi sette anni nella migliore squadra della storia, al Real Madrid. È stato un palcoscenico meraviglioso. Era giunto il momento di andare al Napoli, in Italia, una squadra a cui sarò sempre grato per tutto ciò che abbiamo vissuto insieme e per il modo in cui mi hanno trattato. Il terzo anno è stato uno dei migliori della mia carriera grazie al mister Maurizio Sarri e ai miei compagni di squadra”.
“A Napoli è stato tutto molto bello, lì ho vissuto dei momenti indimenticabili”,


Con la maglia azzurra ha realizzato 36 gol in 35 partite solo tra il 2015 e il 2016, stabilendo il record di reti segnate in Serie A in una singola stagione.

Quando lasciò il club partenopeo per approdare alla Juventus fu un duro colpo per i napoletani, che vissero quella scelta come un vero e proprio affronto.
Un tradimento mai perdonato.

I 91 gol di Gonzalo nel Napoli


Ora, però, per l’argentino è tempo di smettere.
Una decisione non facile e sicuramente non presa a cuor leggero.
Le sue scelte di carriera e i suoi trasferimenti hanno sconvolto i tifosi e creato malumori; ma niente da da dire sulle sue doti da calciatore.
Il “Pipita” è uno degli attaccanti più forti di questi ultimi anni, il cui nome sarà tra quelli dei campioni di un’intera epoca.